[26/01/20 07:25AM]
GLI ITALIANI ABBANDONANO GLI APPENNINI
Vota questo post  


Le zone del sisma sono il caso più drammatico. Ma da Nord a Sud la «spina dorsale» del Paese perde ogni anno abitanti e storia. Le Marche hanno perso 10.000 abitanti. Oltre 1.200 chilometri di montagna che corrono dal Colle di Cadibona alla Sila e fino nell'Appenino Siculo. Dieci anni fa ci abitavano 10,4 milioni, ora poco più di 9.


Nicola Zingaretti dal conclave di Contigliano, in un'antica abbazia del Reatino, da segretario del Pd lancia una parola d'ordine: «Stiamo ricostruendo un progetto credibile per il Paese». Ma da presidente della Regione Lazio, Zingaretti la ricostruzione del terremoto del 2016 non l'ha neppure iniziata. Il Centro Italia, tra Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo è ancora un deserto di macerie.
Alla mancata ricostruzione si aggiunge lo scavare tra quel poco che resta delle comunità, perché stanchi di promesse, deportati sulla costa, privi di ogni prospettiva, gli abitanti hanno abbandonato i paesi: i giovani restano sulla costa, gli anziani non hanno più la forza di vivere sulle loro montagne.
La diaspora dei terremotati è la spia rossa accesa sull'Appennino: si rischia la desertificazione della «spina dorsale» dell'Italia. Che il sisma del 2016 ha reso esplicita. Solo le Marche hanno perso in tre anni oltre 10 mila residenti nelle zone terremotate. Dai comuni del cratere che rappresentavano il 22 per cento di tutta la popolazione della regione è scappato il 58 per cento dei residenti. Il motivo' Non c'è futuro. E se «domani» in quest'area è una parola abolita, la prospettiva è incertissima lungo tutti i 1.200 chilometri di montagna che corrono dal Colle di Cadibona alla Sila e oltre fino nell'Appenino Siculo. Ci abitavano 10,4 milioni di persone, ma il calo demografico degli ultimi due anni è stato pesantissimo: se ne sono andati quasi in mezzo milione. Fino al 2017 gli immigrati, all'incirca 650 mila, avevano compensato la perdita di residenti, ma oggi se ne vanno anche loro. Il rischio è di impoverire tutto il Paese. Lì, come ha certificato il primo Atlante analitico dell'Appennino, coordinato da Domenico Sturabotti e redatto dai ricercatori della Fondazione Symbola, creata e presieduta da Ermete Realacci già deputato del Pd e a capo di Legambiente, si produce il 14 per cento del Pil pari a 203 miliardi all'anno pur avendo solo il 17 per cento della popolazione nazionale. È una gravissima emergenza di cui pochi si curano.
Per capirlo ripartiamo dal dramma del terremoto di tre anni e mezzo fa. Ad Amatrice - 237 morti per la scossa - tutto è rimasto com'era e dov'era: per terra. Lo stesso ad Accumuli ' 11 morti - e così nelle Marche ad Arquata del Tronto ' 51 le vittime - e a Pescara Picena. Nelle Marche la devastazione è stata immensa: dopo la scossa del 24 agosto ci furono quelle tremende del 24 e del 30 ottobre fino a 6, 5 di magnitudo. E il disastro si tocca con mano: tra le province di Macerata, Fermo e Ascoli si contano 30 mila sfollati.

Ci sono città millenarie cancellate: Visso, Camerino, Sant'Angelo sul Nera. A Norcia, in Umbria, viene giù la basilica del santo patrono d'Europa, San Benedetto, e tutta la Val Nerina sembra come schiacciata. Così in Abruzzo. E in carica, allora, il governo di Matteo Renzi che prometteva: ricostruiremo tutto, avrete le abitazioni d'emergenza entro l'inverno. Le casette - costate ognuna come un appartamento ai Parioli - sono arrivate dopo oltre due anni e già fanno acqua; al «comando» dell'emergenza sisma si sono avvicendati tre commissari straordinari: Vasco Errani, Paola De Micheli ora promossa ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paolo Farabollini professore di Geologia, ora scaduto ma senza successore. Ma la ricostruzione non è mai partita. Il 15 gennaio, 70 sindaci marchigiani riuniti a Roma hanno detto: basta ora restituiamo le fasce tricolori. E se nel decreto Milleproroghe non ci saranno le soluzioni e l'avvio vero della ricostruzione, sono 8 mila i primi cittadini pronti a scendere in piazza. Lo ha annunciato chiaramente al viceministro dell'Interno Vito Crimi il presidente nazionale dell'Anci, Antonio Decaro.
I numeri dicono che su 22 miliardi di danni sono stati erogati a oggi 245 milioni, non uno dei progetti infrastrutturali è partito, su 63 mila edifici da sistemare ne sono stati aggiustati 4 mila e ci sono ancora 6 mila sfollati per i quali tra due mesi scadrà ogni sussidio. Sono fallite centinaia di imprese edili perché lo Stato non le paga per i lavori, migliaia di aziende agricole hanno ancora gli animali sotto i tendoni, gli edifici pubblici sono tutti inagibili così gli ospedali, il turismo non c'è più. Fa amaramente sorridere sentir dire che «bisogna ripartire dalle scuole». Le poche che sono state ricostruite con le donazioni, come quelle della Fondazione Andrea Bocelli, rischiano di non avere alunni. Ci sono anche esempi straordinari, come quello della gente di Potenza Picena, che rimasta senza chiesa, ha acceso un mutuo collettivo per restaurarla e paga le rate con l'elemosina, ma molte comunità si sono «dissolte». L'Abruzzo ha perso nelle zone terremotate oltre 6 mila abitanti, l'Umbria un migliaio, Amatrice, Accumuli e la montagna reatina - là dove il Pd è andato in ritiro spirituale - oltre tremila.

Ma non sono solo queste le crisi acute. In Cilento sono 50 mila i residenti in meno, scappati in gran parte dalla montagna. In Calabria, dove la popolazione montana è la più numerosa di tutto l'«arco», si sono persi 14 mila residenti, sull'Appennino parmense a Berceto il battagliero sindaco Luigi Lucchi parla di «genocidio della montagna». Da Scoppio e Cancelli in Umbria a Pesche in Molise e Faraone in Abruzzo, da Elcito nelle Marche a Brancaleone in Calabria fino a Brugosecco e Filettino in Liguria s'allunga la lista dei paesi fantasma.
Ermete Realacci però si batte per l'Appennino: la pone come emergenza nazionale, ma indica anche esempi virtuosi come Santo Stefano di Sessanio in Abruzzo o Pentedattilo nella Grecanica calabrese, paesi risorti grazie al turismo sostenibile. Insieme a Fabio Renzi, segretario generale di Symbola, Realacci ha rilanciato il progetto Ape - Appenino parco d'Europa - perché lì è custodita una straordinaria biodiversità, perché l'Appennino è il cardine dell'ecosistema europeo, perché in Appennino si produce e con una qualità assoluta: dall'artigianato d'arte alle industrie più innovative fino ai grandi prodotti dell'agroalimentare. Il 51 per cento delle Dop italiane, 149, è fatta in Appennino. Il sociologo Aldo Bonomi ha dedicato molti studi a questi monti teorizzando tra l'altro che le imprese più innovative hanno - come i salmoni - risalito la corrente spostandosi dalle aree congestionate delle coste verso le aree interne. Ora si rischia però che quel flusso diventi riflusso.
Bonomi indica possibili percorsi. In una ricerca che ha svolto con la fondazione Enrico Mattei dell'Eni in val Camastra in Basilicata, teorizza: «Il margine si fa centro. Le condizioni che rendono possibile lo sviluppo locale fanno di questi territori possibili "centri", e non margini, in virtù di risorse (paesaggio, risorse naturali e culturali, asset comunitari) che stanno al centro di un nuovo ciclo di sviluppo laddove si connettano con i saperi e i linguaggi della modernità (digitale, economia dei servizi, economia circolare). L'attuale fase economica, politica e sociale non si può interpretare nei termini dell'attraversamento ("tutto tornerà come prima"), quanto della metamorfosi».
Quella promessa fatta da Renzi di ricostruire tutto dov'era e com'era è forse «insostenibile». Almeno guardando al futuro da un piccolo borgo delle Marche. Si chiama Appennino, e dopo il terremoto è un deserto.
© riproduzione riservata



>>

Trackback

      URL di trackback: http://news24.blogghy.com/trackback/568882

Commenti

Lasci un commento
Nome:


Email:


2 + 1 = ?

Si prega di scrivere sopra la somma di questi due numeri interi

Titolo:


Commenti:







Categorie

Ultime Note
Tornado Strikes Jonesboro, Ark., Injuring at Least 6, Official Says
[29/03/20 01:54AM]

Uno ebreo, l'altro musulmano: i due paramedici pregano insieme in Israele contro il coronavirus
[29/03/20 01:39AM]

Coronavirus, l'Albania invia medici e infermieri: "Non dimentichiamo l'Italia che ci ha aiutato"
[29/03/20 01:38AM]

Incendio in una baraccopoli di migranti in provincia di Foggia
[29/03/20 01:22AM]

Gargarismi con candeggina contro Coronavirus/ Questa e altre folli bufale su Covid-19
[29/03/20 01:05AM]

4-Year-Old Girl, Lost in the Woods for 48 Hours, Is Found Unharmed
[29/03/20 12:59AM]

Tornado Strikes Jonesboro, Ark., Causing Injuries, Official Says
[29/03/20 12:59AM]

CORONAVIRUS, LE BUFALE PIU' DIFFUSE/ L'ultima follia: gargarismi con la candeggina
[29/03/20 12:54AM]

The Ultimate Beethoven Symphony Collection
[29/03/20 12:54AM]

Don't Get What's So Great About Westerns' Start Here
[29/03/20 12:54AM]

For Divorced Parents, Navigating Coronavirus Is a Balancing Act
[29/03/20 12:54AM]

Letter of Recommendation: Bog Bodies
[29/03/20 12:54AM]

Stellenbosch Triennale, a Bold Experiment
[29/03/20 12:54AM]

Trump Warns He May Quarantine New York and Other States to Stop Virus
[29/03/20 12:54AM]

Tornado Strikes Jonesboro, Ark., Causing Property Damage
[29/03/20 12:54AM]

EMERGENZA ALIMENTARE PER CORONAVIRUS'/ Borrelli "Protezione Civile farà la sua parte"
[29/03/20 12:44AM]

Coronavirus: 3.651 positivi, 889 morti. Record di guariti: sono 1.434. Bando per 500 infermieri: hanno risposto quasi in 9.500
[29/03/20 12:43AM]

As Trump invokes presidential powers to fight the coronavirus, he sows confusion along the way
[29/03/20 12:42AM]

Cuomo Compares Trump's Quarantine Idea to 'War on States': Live Updates
[29/03/20 12:42AM]

LUIGI RONI E' MORTO/ Cantante lirico ucciso dal coronavirus, collaborò con Pavarotti
[29/03/20 12:34AM]


Note Più Lette
Hong Kong's Approach to Protesters: No More Concessions
[20/07/19 04:56AM] Visite oggi 3

Uno ebreo, l'altro musulmano: i due paramedici pregano insieme in Israele contro il coronavirus
[29/03/20 01:39AM] Visite oggi 2

Omicidio Francesca Fantoni/ Andrea Pavarini ha confessato: è lui l'omicida
[29/01/20 02:32PM] Visite oggi 2

Sicilia, governo Musumeci all’angolo: l’assemblea regionale boccia l’esercizio provvisorio del bilancio, rischio paralisi
[21/01/20 09:19PM] Visite oggi 2

Southern Black mayors to 2020 Democratic hopefuls: Don't overlook us
[20/09/19 12:14PM] Visite oggi 2

Trump sues Manhattan prosecutor to block subpoenas for tax returns, his latest effort to halt investigations of his finances
[20/09/19 12:05AM] Visite oggi 2

La Notte della Taranta 2019, la diretta del concerto
[25/08/19 12:01AM] Visite oggi 2

In onda, David Parenzo e Luca Telese chiudono la puntata al buio: "La7 ha pompato tanta energia"
[23/08/19 02:11AM] Visite oggi 2

Tav, Di Maio dopo il via libera di Conte: “Per M5s era resta un’opera dannosa. Decida il Parlamento”
[23/07/19 09:29PM] Visite oggi 2

Operaio di 49 anni muore all'aeroporto di Malpensa schiacciato da un muletto 
[12/06/19 12:56PM] Visite oggi 2

Melissa Ferretti Peretti, top manager in una famiglia da Oscar
[19/05/19 05:03PM] Visite oggi 2

Tornado Strikes Jonesboro, Ark., Injuring at Least 6, Official Says
[29/03/20 01:54AM] Visite oggi 1

Coronavirus, l'Albania invia medici e infermieri: "Non dimentichiamo l'Italia che ci ha aiutato"
[29/03/20 01:38AM] Visite oggi 1

Incendio in una baraccopoli di migranti in provincia di Foggia
[29/03/20 01:22AM] Visite oggi 1

Gargarismi con candeggina contro Coronavirus/ Questa e altre folli bufale su Covid-19
[29/03/20 01:05AM] Visite oggi 1

4-Year-Old Girl, Lost in the Woods for 48 Hours, Is Found Unharmed
[29/03/20 12:59AM] Visite oggi 1

Tornado Strikes Jonesboro, Ark., Causing Injuries, Official Says
[29/03/20 12:59AM] Visite oggi 1

CORONAVIRUS, LE BUFALE PIU' DIFFUSE/ L'ultima follia: gargarismi con la candeggina
[29/03/20 12:54AM] Visite oggi 1

The Ultimate Beethoven Symphony Collection
[29/03/20 12:54AM] Visite oggi 1

Don't Get What's So Great About Westerns' Start Here
[29/03/20 12:54AM] Visite oggi 1


Album Foto







Contatti l'Autore






Powered by Blogghy

Page generated in 1.7177 seconds.

Page generated in 1.8549 seconds.